Home SC Racconti Eros Racconti Eros All you can.. touch
All you can.. touch
Scritto da buondi   

Non ricordo quando e’ cominciato esattamente,forse non ci fu nemmeno  un momento preciso ma credo che tutto inizio’ nel momento in cui li ho conosciuti ,Roberto.Giuseppe(il suo migliore amico),Teo, Salva e tutti gli altri,Roberto si innamoro’ subito di me e fu il primo a  farsi avanti con decisione,eravamo piccoli,giovanissimi,parlo di 18 anni fa,io ero appunto appena maggiorenne,e io mi innamorai di lui,ma Giuseppe,era il piu’ simpatico,sempre allegro e un vero amico ,di quelli che si alzano alle 4 di notte e ti vengono a “salvare” ovunque tu sia.

Amavo anche lui e lo amo ancora,in modo diverso da Roberto,ma poi nel tempo e con l’abitudine,le cose sono cambiate.

Io ero gelosa marcia di Roberto,e Roberto era marcio geloso di me,ma si sa,le cose col tempo cambiano anche quando avevi giurato” e’ impossibile”...invece ,eccoci qua a raccontare appunto “l’impossibile”....

Giuseppe trovo’ una donna,con la quale ebbe una storia abbastanza lunga,credo 8/9 anni,lei

Alice, era molto bella ,bionda ,alta,seno non molto pronunciato, esattamente il contrario di me che sono bassina,formosa e mora !! fu lei a ispirare in me i primi pensieri peccaminosi sulle donne,la baciavo volentieri e ci toccavamo il seno entrambe, come se fosse un gioco innocente da bambini ,nessuna delle due ebbe mai il coraggio di ammettere che eravamo sessualmente attratte l’un l’altra ,Alice aveva lo stesso carattere di Giuseppe e fra tutti e 4 si creava un armonia e una complicita’ incredibile ,che non si e’ mai piu’ ripetuta,quell’alchimia rendeva tutto semplice e naturale,le situazioni si creavano con una grande  spontaneita’ tale da farti completamente dimenticare quello che stavi facendo in quel momento.

Era belllissimo ,un sogno...infatti ,poco a poco  ,ci ritrovammo una sera d’estate ,nudi ,tutti e 4 nella stessa auto ,quella di Giuseppe, a trombare ognuno col proprio partner,ovviamente eravamo tutti curiosi di approcciare per la prima volta al mondo della “trasgressione”ma allo stesso tempo il sentimento di gelosia ci tratteneva,cosi ci furono solo sfioramenti e qualche palpatina di cui nessuno pote’  dopo giurare che ci fu stata veramante .Io mi sentivo talmente disinibita che a volte salutavo Giuseppe con un bacino innocente sulla bocca ,ovviamente solo in presenza di Roberto;ero tanto disinibita con gli amici “stretti” quanto chiusa ed introversa, e lo sono ancora, con gente con la quale non ho confidenza .

Tanti storie e tanti episodi che sarebbero da raccontare,come il primo bagno al mare di notte ad Agosto,ho ancora l’immagine nitida di quella notte,dopo un concerto in un locale all’aperto ,tornando indietro, verso casa,Giuseppe si fermo’ in un lido dove c’era una buona illuminazione ma che era del tutto isolato,ricordo il caldo asfissiante e l’idea fu felicemente accolta  da tutti ,nonostante la stanchezza,ci fermammo per andarci a fare un bagno alle 2 di notte!

Stranamente,e fu un segnale,Alice quella sera non c’era, eravamo in tre.comunque loro due nel giro di pochi secondi si spogliarono,si tolsero anche le mutande rimanendo totalmente nudi,notai che lo fecero con una certa velocita’ per non avere ripensamenti ,andarono di corsa verso il mare e si tuffarono,io rimasi impalata li ,vestita ,a guardarli ,vidi il pisello di Giuseppe per la prima volta,era lungo,forse per quello Roberto non aveva voluto veramente farmi trovare in una situazione di sesso reale con Giuseppe.

Comunque,loro due in acqua,urlavano “dai Laura…..vieni in acqua ,e’ uno splendore,non puoi perderti questa esperienza”, mi era venuto un brivido di freddo, il pensiero di spogliarmi non mi stuzzicava piu’ ma la tentazione di buttarmici in mezzo a quei due era fortissima..e mi lasciai andare, in 5 secondi mi tolsi il vestitino che avevo addosso,ero senza reggiseno,con quel caldo….allora urlai a Roberto :”..ma devo togliermi anche gli slip??”...risposero all’unisono ma con due cose diverse ,Roberto disse “noooo,non c’e’ bisogno”...Giuseppe urlo“certooo”...e io infatti me li sfilai velocemente,davanti a i loro occhi ,  ”girati dall’altra parte “ ..urlo’ Roberto a Giuseppe ,che invece mi invitava dicendo “vieni qui bella,vieni da me” .

Io non mi tuffai,come avevano fatto loro due,entrai poco per volta,e quando  li raggiunsi , ero tutta immersa nell’acqua e non mi si vedeva il corpo.

Quindi qualche minuto di giochi stupidi in acqua , poi mi venne freddo quasi subito ,usci’ per prima ,loro dietro,mi guardarono il culo,mi sentivo gli occhi addosso,mi avvinghiai subito  dentro l’asciugamano con i brividi di freddo,brividi che dimenticai all’istante quando i duo uomini mi regalarono la vista dei “ciondoli”penzolanti ...Giuseppe si avvicino’,prese l’asciugamano da terra e mi si propose subito di scaldarmi ,Roberto fece valere il suo ruolo  di fidanzato e mi abbraccio’ ,poi ci adagiammo a terra,sulla sabbia, sopra le maglie dei ragazzi ,io in mezzo abbracciai tutti e due,la mia mano “cadde” in mezzo alle gambe di Roberto e notai che aveva il pisello gia’ duro ,glielo presi in mano ,Giuseppe capi’ che ci stavamo toccando  e disse che non era giusto,mi prese la mano per indirizzarla sul suo pisello ,io pero’ non sapevo che fare ,Roberto non disse nulla e tac.afferrai anche il suo ma solo per una frazione di secondo ,giusto il tempo per constatare che anche il suo gli era venuto duro ...e mi arrivo’ la vampata di calore ed eccitazione, giu’,neele mie parti basse, e allo stesso istante mi venne in mente Alice e levai la mano…..gia’ Alice,che fine aveva fatto?...lo stupore fu gigantesco quando ci rivelo’ che forse erano in rotta...rimanemmo di sasso e per di piu’ si ruppe quella magia’ ..iniziammo a parlare ,poi ci rivestimmo e la serata fini’ cosi…

Arrivati a casa ,Roberto mi fece delle domande :

”gliel’hai toccato?

era duro?

ti sei eccitata?

e io “...si...si…..si..secondo te?..con tutti e due nudi a fianco,quale effetto poteva farmi?

Ma poi lui mi soprese perche disse una cosa con un atale sincerita’ che in fondo in fondo gli credetti ,disse   che se Giuseppe non avesse iniziato il discorso di Alice avrebbe inziato a baciarmi e poi come andava ,andava….”mah!” dissi io,..”...a parole e’ facile!!”.

dopo l’estate la rottura fra Giuseppe e Alice fu definitiva,e fu un gran dolore per tutti..ci vollero mesi per riprenderci.

Poi inizio’ un periodo in cui uscivamo in tre,e facevamo quasi tutto in tre,come nel film di Bertolucci  “The Dreamers”,a volte sembrava che fosse arrivato il momento “giusto” ,in alcune situazioni sarebbe bastato un nulla e avremmo potuto fare sesso a tre,ma non successe mai ,fu un infinito stuzzicarci con frasi,idee ,situazioni particolari,anche giochi a sfondo erotico ,Giuseppe mi faceva sempre un sacco di complimenti,a volte anche sfacciati e davanti a tutti ,alle mie amiche provocava (purtroppo) gelosia,mentre Roberto si inorgogliva e a dir suo sperava che prima o poi succedesse qualcosa di piu’ in tre,ma il vero sesso non ci fu mai,nonostante diverse volte io stessa mi sono esposta ammettendo su precise domande di Roberto ,che da tempo avevo voglia di farmi una trombatina in tre per provare Giuseppe,anzi gli confidai che all’epoca che ci eravamo conosciuti avrei voluto prima  farmi Giuseppe e che l’idea mi e’ rimasta in testa sempre…

comunque come detto prima ,dal dire al fare ( in questo caso fare sesso) c’e in mezzo il  mare….e in effetti proprio il mare,anni dopo, ci diede un aiutino...

Giuseppe si rifidanzo’ con un’altra tipa,stavolta bruttina ma soprattutto antipatica,ancora non ci spieghiamo come e perche’ sia potuto accadere che si siano messi insieme,va bene che l’amore e’ cieco,va bene che Giuseppe non e’ che sia proprio un fusto di ragazzo ,e’ vero anche che ai miei occhi lui e’ una persona speciale che meriterebbe di piu’ ma a volte certe cose accadono e basta,fatto sta che non l’abbiamo visto piu’ per ben 5 anni finche non si sono mollati e come per ...magia ,eccolo tornato da noi.

Arriviamo quindi ai giorni nostri,piu’ esattamente Giugno 2018,

quanto eravamo contenti che fosse “ritornato” l’abbiamo riaccolto come avrebbe fatto un vero amico ,senza se  e senza ma,la vera amicizia e’ questa ,quindi abbiamo ricominciato a frequentarci e neanche a dirlo ,quell’idea  che ho da quando ci siamo conosciuti e’ ancora viva nella mia testa,prima o poi dovra’ succedere ...,persino Roberto ,l’uomo della mia vita,fantastica ancora  con me questa cosa.

Col riavvicinarsi e con il rivedersi ,la voglia di fare la maialina aumentava sempre di piu’ e la manifestavo in modo evidente quando facevo sesso con  Roberto che nel frattempo era diventato mio marito..gia’ ,ci eravamo finalmente decisii ...il matrimonio fu un passo naturale nella nostra vita….

..e Giuseppe.cosa fa?...,ci regala un viaggio ,...un viaggio nel sud della Sardegna, in quei posti meravigliosi dove fu girato un famoso film con Mariangela Melato “Travolti da un insolito destino….”  ma il particolare interessante era che la vacanza era inizialmente per 4 persone ,invece lui venne da solo perche’ nel frattempo aveva mollato la ragazza “insopportabile” ,quindi saremmo partiti in tre,per ben 5 giorni di vacanza ,..

Il mese precedente fu tutto in fantasticare immaginando situazioni   erotiche ,forse Roberto fantasticava piu’ di me e la voglia e le volte che trombavamo aumentarono tanto che lui era preoccupato che troppo sesso  ci avrebbe fatto stancare e che il desiderio calasse ,io mi comprai un sacco di vestitini,il costume nuovo e ogni volta ,al pensiero di come stuzzicare Giuseppe e Roberto ,mi   bagnavo e mi sentivo viva piu’ che mai,i miei uomini preferiti di tutta la mia vita li avrei avuti insieme tutti per me per 5 giorni.Roberto ne approfitto’ per chiedermi di fare “le prove “ anche da dietro,nel secondo ingresso,nel caso dovessimo farlo contemporaneamente ...e io accettavo tutto anche se poi  gli dicevo che a me piaceva godere uno alla volta!Nelle mie fantasie dicevo a Roberto di tutto ,cose tipo “ ma ..quando saremo in vacanza ,un giorno lo lasci fare da sola mentre tu ci guardi?” oppure una sera usciamo e facciamo finta che tu sei il mio amante e Giuseppe mio marito?…

Insomma ,fu tutto il contrario di quello che mi era sempre piaciuto,e cioe’ nulla di programmato e tutto a sopresa, invece questa volta era assolutamente tutto programmato ,come si dice? “mai dire mai!”

Arrivo’ il giorno della partenza,partimmo  di primo pomeriggio,in macchina ,da Milano verso Genova,da li ci saremmo imbarcati per raggiungere la Sardegna il giorno dopo.

Durante il viaggio c’era molta allegria ma anche tanta  stanchezza,data dal grande caldo e dalla giornata lavorativa,andammo con la macchina nostra, piu comoda e grande rispetto a quella di Giuseppe; avevo scelto con cura tutti i vestitini da portarmi via,per il viaggio avevo indossato un pantaloncino jeans comodo e top  nero (senza reggiseno perche’ avendo le tette grosse,col reggiseno sarei troppo sproporzionata)con cerniera tirata giu’ di quel tanto che bastava per stuzzicarli .Roberto avevo la faccia di uno che sembrava soddisfatto ,gli piacevo come ero vestita mentre Giuseppe indugiava spesso sulle mie tette.Ma proprio durante il viaggio si iniziarono a definire alcune cose ,sapevamo che un’occasione del genere  chissa’ se ricapitava,quindi eravamo tutti e tre mentalmente aperti a tutto.Io iniziai a ringraziare Giuseppe chiedendo “come avremmo potuto ricambiare” e lui rise ….rispose :

”ehheeeee...da Roberto non voglio niente ,da te un sacco di cose ….

io : “quante cose? ...non e’ che ne ho tante  io…”

Giuseppe :” allora ,ecco la lista ,primo ,voglio un massaggio dei tuoi…

io”...oook,fin qua... pensavo peggio onestamente

Giuseppe :” secondo….mentre mi massaggi devi farmi toccare le tette”

Roberto :hola! Peppe,non farti illusioni,quelle tette le tocco solo io…

io:” per una palpata di tette non mi tiro certo indietro,anzi tieni qua…”

E mentre scherzavo,io che ero seduta dietro, mi  avvicinaii verso il davanti ,in mezzo ai due sedili anteriori,mi tirai giu’ ancora un po la cerniera del top al limite dei capezzoli,Giuseppe si giro’ e avvicino’ la faccia quasi dentro il top mentre Roberto disse “...e se questo e’ l’inizio,figuriamoci dopo….ragazzi,state buoni che io devo guidare”

e io “..ok,tu guidi e lui mi tocca!”...

Insomma tutto il viaggio cosi ….fu un bel inizio eccitante e divertente,come tutta la vacanza,

mi piaceva un sacco essere sexy per loro.

Arrivati in Sardegna ,andammo verso l’hotel dove avevamo la prenotazione,andammo subito al bar a fare colazione e poi subito chiedemmo informazioni per andare  a scoprire la prima spiaggia.

Io e Rob avevamo la nostra camera matrimoniale e Giuseppe aveva la sua,una stanza vicino all’altra,ma la colazione l’abbiamo fatta insieme ,io ero gia’ in versione “sexy”, una maglia larga  ad altezza sedere..

Arrivammo in questa spiaggia,bellissima ,bianca ,deserta e un po di vento,c’erano un paio di persone lontanissime e l’acqua del mare sembrava cristallina e pulita ,probabilmente fredda,

telo sulla sabbia tanto per rilassarci un’oretta ,poi avremmo ripreso ad andare in giro,

ma  gia’ da li  ebbe inizio la “vacanza calda”, chiesi al mio Rob di spalmarmi la crema solare,mentre Giuseppe era steso faccia all’aria  gia’ sul suo asciugamano, io mi sedetti sui talloni con le ginocchia a terra ,quasi di spalle a Giuseppe ,Rob era dietro di me e comincio’ a versare la crema sulle spalle,stavolta il pezzo sopra lo avevo indossato,non me la sentivo subito ,di colpo di stare in topless,ancora un po provavo imbarazzo,ma Rob spalmava sopra le spalle,poi sulla schiena finche non tiro’ giu’ le bretelle,si avvino’ con le dita’ anche davanti ,in mezzo alle tette,poi disse “slacciati il costume,altrimenti ti abbronzi a righe”, io lo slacciai dietro e  il costume cadde sulle mie braccia,e lo tenni con le mani ancora un po a coprire,poco, le tette,Rob ora spalmava ovunque ,mi fece alzare le braccia e il costume cadde definitivamente, io lo lascia li ,mentre spalmava la crema anche sulle tette, e Roberto ci passava sopra di tanto in tanto facendomele sobbalzare ed,e in quel momento sentii il pisello indurirsi dietro la schiena ,e io mi mossi col sedere per fargli capire che stavo al gioco oltre che essere complice di quel primo approccio….e Giuseppe che si era girato,non perse l’occasionee per dire la sua “urcchhauuu...posso spalmare un po io ?”..e io ridendo e con certo senso di soddisfazione , risposi di no,e che ne avevo gia’ abbastanza ...Roberto si alzo’ e ando in mare a lavarsi le mani,a circa 10 metri da dove eravamo noi,io mi girai verso Giuseppe ,mi chinai a 4 zampe e praticamente gli misi le tette in faccia mentre sistemavo il mio asciugamano...lui bisbiglio’ sottovoce “ecco ,ora non mi posso girare piu’”....io lo sfidai “...eeee….per cosi poco!..”

Ma la mattinata continuo’ con una escalation vorticosa e frenetica,come se non ci fosse piu’ tempo o come se dovessimo recuperare tutto il tempo perso,Roberto ritorno’ da noi e propose (notai e apprezzai il coraggio) “ma perche’ non ci mettiamo tutti nudi integrali?...siamo soli...che c’e’ frega…”

E io controproposi “..iniziate voi uomini a dare l’esempio ,poi io vi seguo….”

e giuseppe aggiunse :”io...ora...non posso...magari tra un po…”

Roberto “..e perche’?...”

Io :”..aha hahah ahhh...gli e’ venuto duro e non ha il coraggio di girarsi,figuriamoci a fare nudismo..”

Giuseppe :”...ehi!..bella...guarda che non ho paura di mettermi nudo eh? ….e poi pero’ ti spogli anche tu!”

Io “...per quel che mi e’ rimasto addosso!...non e’ che mi manca tanto  “

...uno..dueee...treeee

contarono all’unisono e contemporaneamente si tolsero il boxer,

cosi li vidi nudi per la prima volta alla luce del giorno….li ammirai un po ,Roberto noto’

che i miei occhi si erano posati sul pisello di Giuseppe,beh”era normale,...ma io un pochino

restai turbata,il pisello di Giuseppe non era proprio in erezione ma era abbastanza gonfio…

“...beh”...e tu ...non te lo togli il tuo?”...mi rimprovero’ Giuseppe, io gli risposi :” certo, certo che si,tra un po….”Non era d’accordo e protesto mentre Roberto fece finta di niente…”Accontentavi del topless ..per ora”....aggiunsi io per terminare la questione.

“anzi ,vieni qui a farmi un massaggio rilassante”,ora io comandavo..

Giuseppe “ tu ti rilassi, io ...un po meno”

io:”dai….smettila e fai l’uomo,muoviti”....ordinai io sapendo che gli faceva piacere eccome…

Cosi mi sdraiai pancia a terra ,lui mi venne vicino,nudo col pisello penzolante, mi spalmo’ un po di crema e mi godetti ben 10 minuti di relax,ogni tanto per farlo “sudare” ,sollevavo un po il sedere ,mentre Roberto era vicino a me e pensavo  che anche lui avesse il pisello in tiro.

Poi finalmente ,almeno per me,il caldo e il sole  iniziava a farsi sentire e mi venne voglia di fare il bagno ,loro mi seguirono e fu bello ,senza troppa malizia,ci godemmo quella temperatura perfetta caldo/fresco mentre io potevo sfoggiare il mio seno nudo in acqua che faceva veramente un bell’effetto.

Dopo un paio d’ore passate cosi ,decidemmo di andare a mangiare qualcosa,e ,come sarebbe stato prevedibile ,anche se ci eravamo ripromessi di non farlo, ci venne voglia di andare a fare il riposino, solo 20/30 minuti,invece passarono 2 ore…

Passo’ il primo giorno,passo’ il secondo,al terzo giorno dei cinque, mi resi conto che tra il fantasticare e la realta’ c’e’ una bella differenza,e’ difficile tramutare i sogni  in qualcosa di concreto e reale , il tempo passava e credo che tutti e tre avevamo questa sensazione,ma chi doveva fare il primo passo? dovevamo aspettare forse l’occasione spontanea? e se non fosse mai arrivata?Io potevo in un secondo cambiare tutto ma non dovevo urtare  la sensibilita’ di nessuno ,soprattutto di Roberto,e poi non volevo sembrare troppo troia col rischio di far scadere quella voglia di avermi che aveva Giuseppe..

Neanche Roberto se la sentiva di fare il primo passo perche’ ,insomma spingere la proprio donna tra le braccia di un’altro,seppur col tuo amico migliore,e’ complicato.Allo stesso tempo Giuseppe non poteva assolutamente azzardare nessuna mossa   per primo se non “autorizzato”...insomma eravamo in totale stallo!

Cosi,terza mattinata, ci avviammo verso un’altra spiaggia a una trentina di minuti di macchina,anche questa era molto bella e praticamente deserta,non molto grande,solo una 50 di metri ma solita acqua trasparente e sabbia bianca….stavolta arrivammo un po tardino,era piu’ o meno gia’ mezzogiorno ,il solo era un fuoco e  stare in acqua era una necessita’,ma come al solito ,io,appena sfiorata l’acqua col piede quasi cambiovo idea,ma mi feci coraggio e entro in mare…

Quella mattina avevo ancora tutti e due i pezzi del costume addosso, gli uomini ,entrarono in acqua prima di me e in lontananza ,come avevo previsto,li vedevo gia’ con i boxer in testa perche’ se li erano tolti….

andai dietro dove non toccavo con i piedi ,nuotai un po con loro due che facevano i “bambini” divertendosi con spruzzi ,tuffi ,mettendo il culo all’aria e tutte le stupidaggini del repertorio maschile,poi si avvicinarono a me ,l’acqua era talmente trasparente che si vedeva tutto abbastanza bene,si vedevano i loro piselli ,rannichiati e io li presi in giro, dissi”ma l’acqua non dovrebbe fare da lente di ingrandimento?...io non vede nullla!!”,

Roberto rispose prontamente ,”se vuoi vedere meglio immmergiti!” e io andai sotto ,con la faccia sul pisello ,ritornai su e confermai ancora che si vedeva giusto un ciondolino, nel mentre Roberto si tuffo’ sotto e venne verso di me,talmente vicino che mi tocco’ la patata con il naso ,poi con le mani mi prese i fianchi e nel risalire mi tiro’ quasi giu’  il costume di sotto..

io gli dissi ,scherzando ,che se mi volevo spogliare potevo farlo da sola...Roberto mi invito’ a gurdare meglio ,mi disse “guarda ora!”...io andai sotto ,ritornai e dissi “nulla,non si vede proprio niente”...Roberto mi disse che se dovevo resistere almeno 10  secondi in acqua per vedere bene e non 2,allora io raccolsi tutto il fiato che potevo e mi rituffai verso Roberto,andai sotto e stavolta ebbi il tempo per afferrare il pisello con la bocca.per un istante, ma mi entro’ un sacco di acqua nella bocca e ritornai subito su…Roberto era esterefatto ma super contento,Giuseppe si sbilancio,finalmente ,e mi chiese  :” ma….tu...l’hai mai fatto ….insomma….un pompino in acqua?”....Roberto disse subito “NO!”

..io precisai ,,,”a te no...ma una volta l’ho fatto..” e Giuseppe “..ma daiii,non ci credo !!…ci vuole tanto fiato .”...e io” certo, ma io c’e l’ho il fiato….”

Giuseppe “ ...ma come fai!?!? ...appena apri la bocca non si riempie d’acqua ?”..

io senza dire nulla ,mi riempii di nuovo  polmoni d’aria andai a testa in giu’ verso Roberto ,avevo gli  ochhi quasi del tutto chiusi perche’ mi bruciavano un po,con le mani  mi aiutai a stare sott’acqua tenedomi sui suoi fianchi ,poi cercai il pisello con la bocca aprendo giusto un’attimo gli occhi per capire dov’ero  e lo afferrai con le labbra,era ancora moscio ma sentivo che dopo ⅘ secondi che mi muovevo con la bocca ,iniziava a diventare duro ,riusciva e tenere in bocca solo la cappella,ma….c’era qualcosa di strano,nella confusione dell’acqua non mi tornava qualcosa…quindi ….finito il fiato ,ritorno su ,un respirone...e..davanti a me,sorpresa e beffa clamorosa, c’era Giuseppe anziche’ Roberto!!!!! ..loro  due se la ridevano,e tanto….e nel mentre si allontanavano un po per sfuggire alla mia imminente reazione ..…

Ero furiosa,”stronziiiii!!!...me l’aveta fatta...andai sulle spalle di Giuseppe per tirarargli la testa sott’acqua,” bastardi...me la pagherete”....gli urlavo..” ..anche tu,preparati alla vendetta”...

Ovviamente non ero affatto arrabbiata,dovevo solo recitare la parte di quella un pochino offesa,quindi nuotai per raggiungere Roberto per picchiarlo e farmi giustizia,almeno feci un tentativo  , ma quando arrivai lui mi blocco con le braccia ,mi strinse a se a cerco’ la mia bocca per baciarmi….solo che non mi ero accorta che nel frattempo mi aveva slacciato pure il pezzo del costume di sopra , e quando d’isitnto cercai di staccarmi da lui per sfuggire al suo tentativo di baciarmi,ecco che rimasi pure nuda,”dammi il costume stronzetto..” gli intimai mentre mi coprivo le tette con le mani, e mentre ero cosi ,Giuseppe si tuffo’ di scatto e in un attimo era dietro di me e con un rapido gesto mi sfilo’ gli slip sotto ,cosi rimasi completamente nuda(ora mi stavo eccitando) ...allora inizio’ una colluttazione con Giuseppe per riconquistare almeno il pezzo di sotto ,feci due bracciate per arrivare da lui e cercai di straparglielo dalle mani,ma nella lotta ,ci toccavamo,era la scusa buona per “giocare”,sentivo il suo pisello dritto che si appoggiava un po ovunque ,io ormai gli sbattevo invece le tette senza pudore sul suo corpo finche io ,lo minaccia afferrandogli il pisello,lo pressi proprio dal tronco e gli dissi che se non mi ridava indietro il costume l’avrei stritolato,lui fece una smorfia ironica di piacere e disse “mmmhh...aiutooo”  io stringevo di piu’ e lo tiravo cosi lui si appiccico’ al mio corpo e mi afferro’ con le mani i glutei,io non mollai la presa e con le gambe andai a cingere i suoi fianchi,in quella posizione ora avevo il suo pisello proprio sotto la patata,e lui non perse l’occasione per strusciarsi ,mentre cercava di difendere il costume dal mio attacco,poi da dietro sentii prendermi le spalle ,era Roberto che era arrivato in soccorso di Giuseppe ,mi afferro’ dalla vita e mi tiro’ a se,mi abbraccio’ a mi diede un bacio,appassionato,con palpata di tette inclusa,Giuseppe chiese se c’e n’era un po anche per lui, io lo avverti” ora vedrai che ti succede”...ma avevo freddo e decisi di uscire…

“ora per punizione mi farai un massaggio della durata che dico io e sarai mio schiavo per tutto il giorno”...”..vaaaa bene ...mia padrona...mi faro’ perdonare”....e Roberto rideva,” zitto tu ,poi tocchera’ anche a te”

Insomma ,avevo appena fatto un pompino in acqua a Giuseppe,se pur di pochi secondi e Roberto se la rideva,se penso a come invece avrebbe reagito qualche anno prima non mi sembra vero!forse avevamo finalmente rotto il ghiaccio!


 

Commenti SC

buondi2019-03-03 12:37#2
Il racconto e' vero e' reale per circa il 90%,tranne i nomi e il posto.. a breve pubblicheremo il seguito, due giorni strani ma indimenticabili ...
0machoat02019-02-22 08:55#1
un pò lungo , ma intrigante ed emozionante

SC Login

Sc Online

 
SexyCommunity annunci erotici gratuiti tutti i diritti sono riservati senza autorizzazione scritta è espressamente vietato copiare o divulgare foto e testi presenti nel sito .il materiale inviato a SexyCommunity è di proprietà di chi lo invia che puo in ogni momento chiederne la cancellazione contattando lo staff di Sc.SexyCommunity non è responsabile del materiale inviato dagli utenti ma può insindacabilmente cancellarlo se questo violi in qualsiasi modo la vigente normativa

© 2018 SexyCommunity ™ - TradeMark - Marchio Registrato