Home SC Racconti Eros Lesbo gay trav trans Io, Franco e lo schiavo Mauro.
Io, Franco e lo schiavo Mauro.
Scritto da cora_trave   

Con Franco eravamo ormai una coppia affiatata, da un po' ci incontravamo almeno un paio di volte al mese.
Entrambi avevamo la stessa fantasia, coinvolgere un terzo uomo nei nostri giochi.
Franco fece qualche annuncio e ricevemmo diverse risposte, ma furono poche quelle selezionammo. La maggior parte erano volgari e non rientravano nelle nostre aspettative.
Con Giorgio, il primo che contattammo, ci scambiammo qualche mail conoscitiva.
Arriva il giorno dell'incontro e si presenta un uomo intorno alla quarantina e di bella presenza.
Franco, il mio partner, aveva qualche anno in pi√Ļ, ma questa differenza d'et√† era un aspetto che non ci preoccupava.
Franco era un uomo dolce, mi coccolava e mi possedeva con passione e questo mi faceva sentire la sua donna.
Anch'io sono subito piaciuta a Giorgio, era evidente da come mi guardava e, quando si avvicinò per un bacino di benvenuto, allungò la mano sotto la sottoveste di pizzo nero e mi accarezzò il sedere.
La luce della stanza era soffusa.
Li presi per mano, mi sedetti sul letto e li sistemai in piedi davanti a me.
Abbassai ad entrambi i pantaloni e cominciai ad accarezzarli sugli slip...sentivo i loro membri diventare sempre pi√Ļ gonfi e duri...
Abbassai entrambi gli slip scoprendo i membri e lentamente iniziai a scappellarli.
Cominciai a leccare il membro di Giorgio e poi quello di Franco ed infine iniziai a spompinarli.
Franco era eccitatissimo; aveva voglia di scoparmi, mi prese di forza, mi mise alla pecorina, lubrificò per bene la mia fichetta e poi iniziò a penetrarmi, lentamente e dolcemente.
Giorgio era spettatore di questa scena.
Quando ormai il suo pene entrava facilmente dentro di me, inizi√≤ a pompare con pi√Ļ vigore facendomi fremere ogni volta che affondava il suo pene.
A quel punto, inaspettatamente, Giorgio si rivestì e ci lasciò.
Abbiamo concluso che deve averlo "spaventato" l'intesa che c'era tra noi e il non ritenersi all'altezza delle nostre aspettative.
Ci abbiamo riprovato con Mauro, uno schiavo.
Nelle mail conoscitive avevamo chiarito le regole del gioco: avrebbe soddisfatto tutte e solo le mie richieste e non sarebbe entrato in contatto con il membro del mio uomo se non richiesto da me.
Infine sarebbe sempre stato a quattro zampe, a parte mie particolari richieste.
Mauro fu puntuale; gli dissi di spogliarsi e di tenere adosso solo gli slip.
Mi abbracciai con Franco e chiesi a Mauro di infilarsi tra le nostre gambe e di baciare dolcemente i genitali di Franco...Franco, eccitato, iniziò a toccare le mie labbra con la lingua, altrettanto feci io finché Franco non mi dette un bacio carico di passione.
Dissi a Mauro di alzarsi, di abbassare la mia sottoveste e di togliermi il reggiseno.
Mi sedetti sul letto ed iniziai a baciare il membro di Franco...dopo i primi baci, lo presi in bocca ed iniziai a sbocchinarlo...Mauro era ai miei piedi a guardare la scena, gli chiesi di togliersi gli slip...il suo membro era gonfio, lo toccai e gli strinsi lo scroto con forza.
A quel punto, mi misi alla pecorina, allargai le gambe e chiesi a Mauro di tenere bene aperti i miei glutei e di baciare e leccare la mia fichetta fino a penetrarmi con la lingua...Era confuso ed eccitatissimo.
Nel frattempo, Franco mi scopava in bocca.
Chiesi a Mauro di prendere del lubrificante e di lubrificare bene il mio buchino, penetrandomi prima con un dito e poi con due.
Quando fui pronta, dissi a Mauro di lubrificare il membro di Franco e di masturbarlo per mantenerlo duro.
Franco si avvicinò e mi prese prima dolcemente e poi con vigore...sentivo la forza dei suoi colpi nel mio ventre...
Dissi a Mauro di stendersi tra le mie gambe e di guardare mentre il pene di Franco mi penetrava... poi gli chiesi di arrivare con il viso fino ai miei genitali e di prendermelo in bocca...
Franco continuava a montarmi vigorosamente ed era ormai prossimo all'orgasmo...anch'io ero nella stessa situazione...non capivo pi√Ļ nulla, il piacere era intenso e stordente...
Sentivo Franco ansimare, affondò due colpi decisi, spinse il pene fino in fondo, ero tutta un fremito.
Mentre Mauro mi spompinava, sentii il fiotto di sborra calda colare dentro il mio corpo...in quel preciso momento eiaculai copiosamente in bocca a Mauro ed urlai di piacere...
Avanzai con il corpo e Mauro capii, senza che glielo ordinassi, che avrebbe dovuto leccare il mio buchino ed ingoiare anche lo sperma di Franco che fuoriusciva lentamente...
Ero esausta ed anche Franco e Mauro erano provati per quello che era successo.
Andai in bagno e feci cenno a Mauro di seguirmi, mi misi a gambe divaricate sul bidet e gli ordinai di sciaquarmi il sedere e poi anche i genitali...mi asciugò dolcemente...il mio clitoride riprese inaspettatamente vigore, avevo ancora voglia...lo avvicinai al viso di Mauro che riprese a spompinarmi facendomi venire ancora una volta...
Tutti e tre ci riposammo sul letto e dopo una mezz'ora salutammo e ringraziammo Mauro per il bellissimo pomeriggio trascorso insieme, altrettanto fece lui.

 

SC Login

Sc Online

 
SexyCommunity annunci erotici gratuiti tutti i diritti sono riservati senza autorizzazione scritta è espressamente vietato copiare o divulgare foto e testi presenti nel sito .il materiale inviato a SexyCommunity è di proprietà di chi lo invia che puo in ogni momento chiederne la cancellazione contattando lo staff di Sc.SexyCommunity non è responsabile del materiale inviato dagli utenti ma può insindacabilmente cancellarlo se questo violi in qualsiasi modo la vigente normativa

¬© 2019 SexyCommunity ‚ĄĘ - TradeMark - Marchio Registrato